domenica 5 maggio 2013

QUICHE AI CARCIOFI ROMANESCHI

Per preparare una cenetta fresca e leggera, e dal momento che ho trovato una mazzo di bellissimi carciofi romaneschi, mi sono buttato a capofitto nella loro pulizia, ed ho preparato questa delicatissima quiche, che si può mangiare calda, tiepida oppure fredda. Io ho optato per servirla appena sfornata, accompagnata ad un'insalatina fresca condita con un ristretto di aceto di mele, uvetta, nocciole, ananas candito e semi di zucca.


QUICHE AI CARCIOFI ROMANESCHI

Gli ingredienti necessari:
- 350 g di pasta brisée;
- 4 carciofi romaneschi (quelli senza spine);
- 100 g di emmenthaler in scaglie sottili;
- 2 uova;
- 200 ml di panna fresca;
- 50 g di Parmigiano Reggiano grattugiato;
- prezzemolo tritato;
- 2 spicchi d'aglio;
- 1/2 bicchierino di vino bianco;
- sale, pepe, noce moscata.

Se non ne abbiamo sottomano, iniziamo a preparare la pasta brisée, miscelando 200 g di farina con 100 g di burro ben freddo e con 50 g di acqua ed un pizzico di sale. La avvolgiamo in un po' di pellicola e la lasciamo riposare in frigorifero per almeno un'oretta.


Nel frattempo puliamo i carciofi e li tagliamo sottilmente a fettine, poi li mettiamo in una ciotola con acqua acidulata con il succo di limone. In una larga padella mettiamo qualche cucchiaio di olio con due spicchi d'aglio a rosolare, dopodiché aggiungiamo i carciofi. Lasciamo rosolare per un paio di minuti, poi sfumiamo con il vino bianco e lasciamo cuocere per una quindicina di minuti, aggiungendo qualche cucchiaio di brodo vegetale (oppure di acqua) se dovessero asciugarsi troppo. Al termine della cottura aggiungiamo abbondante prezzemolo tritato, poi lasciamo raffreddare.


Prepariamo nel frattempo la royale, miscelando con la frusta le uova con la panna, aggiungendo sale, pepe ed un pizzico di noce moscata, e tagliamo l'emmenthaler in scaglie.


Scaldiamo il forno a 180°, imburriamo una teglia del diametro di 26/28 cm (oppure gli stampi monoporzione)  ed iniziamo a tirare la pasta brisée fino ad uno spessore di circa 4/5 mm. Foderiamo gli stampi con la pasta, pareggiando i bordi.


Sul fondo mettiamo le scaglie di emmenthaler, poi uno strato di carciofi e spolverizziamo con abbondante Parmigiano grattugiato. Completiamo con la royale, fin quasi al bordo, ed inforniamo per 35/45 minuti, a seconda del forno e, soprattutto, a seconda della dimensione delle quiche.




Una volta sfornate le quiche le possiamo servire, anche fredde, accompagnate con un'insalatina fresca con frutta disidratata e secca, condita con una vinaigrette preparata con ristretto di aceto di mele, olio, sale e pepe.