lunedì 30 aprile 2012

TACCHINO E POMODORI

Un secondo realizzato "ravanando" nel frigorifero, dove ho rimediato un pezzo di fesa di tacchino che rischiava di morire di solitudine e qualche pomodoro, che supplicava di essere mangiato. Ne è venuto fuori un secondo rapido e senza grassi, con una salsina cremosa ed abbastanza piccante. Per fare un piatto "light", non l'ho addensata, come si conviene, con il roux, ma ho usato soltanto un paio di cucchiaini di amido di mais. 


TACCHINO E POMODORI

Gli ingredienti necessari:
- 300 g di fesa di tacchino;
- 4 pomodori ramati;
- 1 bicchierino di vino bianco;
- 1 rametto di rosmarino;
- 2 cucchiaini di amido di mais;
- sale e pepe.

Prepariamo per prima cosa i pomodori, spellandoli e privandoli dei semi. Li tagliamo a filetti e li lasciamo un momento da parte. Tagliamo ora la fesa di tacchino a tocchetti, e la mettiamo in una padella calda, appena unta d'olio, e li facciamo rosolare per qualche minuto insieme al rametto di rosmarino. 


Sfumiamo con il vino bianco e lasciamo evaporare. Togliamo il rosmarino, che ormai ha profumato la carne. 


Aggiungiamo i filetti di pomodoro e lasciamo cuocere per qualche minuto, allungando con un po' di brodo (o con un poco d'acqua). 


Aggiustiamo di sale e pepiamo abbondantemente. Un paio di minuti prima della fine della cottura aggiungiamo l'amido di mais, che avremo prima stemperato con un po' d'acqua fredda.


Una volta aggiunto l'amido la salsa si addenserà. Appena raggiunge la "cremosità" desiderata spegniamo e serviamo ben caldo.