mercoledì 8 febbraio 2012

PATATE ARROSTO

Delle classiche patate arrosto, 'scenografiche' nella forma e particolarmente buone, croccanti fuori e tenere dentro, grazie ad un semplice accorgimento. L'unica nota dolente è l'alta percentuale di scarto, che però, invece di gettare, metteremo da parte in acqua fredda (in frigorifero) e utilizzeremo per preparare un altro piatto, magari un puré oppure, meglio ancora, una vellutata!


PATATE ARROSTO

Gli ingredienti necessari:
- 1 kg di patate;
- olio di semi;
- 2 spicchi d'aglio in camicia;
- 2 rametti di rosmarino

La parte più complicata e rognosa della ricetta è senza dubbio quella di sbucciare le patate! Dopo averlo fatto ricaviamo, con l'apposito scovolino, le palline. Sia le palline che gli scarti andranno messi in acqua fredda per evitare che anneriscano.



Preriscaldiamo il forno a 190/200°. Prima di procedere alla cottura vera e propria però, le patate vanno "sbianchite", ovvero le tufferemo per un minuto in acqua bollente salata, poi le scoleremo e le lasceremo evaporare per qualche minuto, dopodiché le mettiamo in una teglia unta di olio di semi, aggiungiamo un paio di spicchi d'aglio in camicia ed inforniamo per circa 25/30 minuti. Lo sbianchimento ci farà perdere magari qualche minuto in più, ma farà in modo che le patate perdano una piccola percentuale del loro amido e farà in modo che, arrostite, rimangano belle croccanti fuori e 'fondenti' al loro interno.
Quando mancano 6/7 minuti aggiungiamo nella teglia i rametti di rosmarino, che profumeranno le patate ma non avranno il tempo per bruciare!