sabato 4 febbraio 2012

SALTIMBOCCA ALLA ROMANA

Un grande classico, un piatto della tradizione regionale italiana che ha ormai ampiamente varcato i confini nazionali, e che conoscono anche su Marte! La sua realizzazione poi, è di una semplicità commovente, direttamente proporzionale al loro gusto. In questo caso le dosi che indico sono relative a 4 porzioni.


SALTIMBOCCA ALLA ROMANA

Gli ingredienti necessari:
- 12 piccole scaloppine di vitello;
- 12 fettine di prosciutto crudo;
- 1 bicchierino di vino bianco;
- 200 ml di brodo di vitello.

Dopo aver leggermente battuto le scaloppine appoggiamo su ogni fetta una foglia di salvia, poi una fetta di prosciutto crudo. Pressiamo con forza, in questo modo non sarà necessario fermarle con lo stuzzicadenti, e non bucheremo la carne.
Facciamo scaldare un po' d'olio in una padella capiente, facciamo rosolare i saltimbocca dal lato del prosciutto per una quindicina di secondi, poi li giriamo delicatamente, e proseguiamo la cottura per un minuto, un minuto e mezzo. 


Qualche istante prima del termine aggiungiamo un piccolo pezzettino di burro.
Togliamo i saltimbocca dalla padella e li mettiamo in un luogo caldo. Eliminiamo i grassi della cottura dalla padella. La rimettiamo poi sul fuoco, aggiungiamo un pizzico di amido di mais e deglassiamo con il vino bianco. Lo lasciamo evaporare e poi ridurre fino a circa un terzo del volume iniziale, dopodiché aggiungiamo il brodo e lo facciamo ridurre, fino ad ottenere un paio di cucchiai di salsa. A fine cottura 'montiamo' la salsa aggiungendo una noce di burro ben freddo e lo lasciamo sciogliere.


Serviamo i saltimbocca nappandoli con la salsa al vino.