giovedì 19 gennaio 2012

CRÈME BRULÉE

Et voilà, un altro classico della cucina, un altro piatto francese! D'altronde, come ebbe a dire uno chef di mia conoscenza, i francesi sono coloro i quali hanno codificato la cucina moderna, normale quindi che molte preparazioni e molte delle basi abbiano nomi francesi. Questa crema poi ha ormai definitivamente varcato i confini e si mangia dappertutto. Certo, si trova anche al supermercato, già pronta surgelata oppure in busta da preparare come il budino, ma volete mettere?

CRÈME BRULÉE

Gli ingredienti necessari:
- 6 tuorli;
- 3 cucchiai di zucchero semolato;
- 600 ml di panna fresca;
- la buccia di un limone;
- 6 cucchiai di zucchero di canna

In una ciotola sbattiamo i tuorli con lo zucchero semolato fino ad ottenere un composto spumoso e molto chiaro.
Nel frattempo portiamo ad ebollizione la panna, e la facciamo bollire per circa 30 secondi. Togliamo la panna dal fuoco e la versiamo immediatamente sui tuorli, amalgamando bene con una frusta. Aggiungiamo ora la scorza del limone.
Mettiamo quindi il composto in una casseruola pulita e lo rimettiamo sul fuoco. Questa volta la crema non dovrà mai raggiungere il bollore, e dovremo mescolarla continuamente, fino a che non inizierà ad addensarsi velando il cucchiaio.
Versiamo la crema nelle pirofile monoporzione o nelle vaschette di coccio, e lasciamo raffreddare almeno 6 ore in frigorifero.
Un paio d'ore prima di servire spolverizziamo la superficie della crema con abbondante zucchero di canna, poi con l'apposito cannello da cucina oppure direttamente sotto il grill del forno lo faremo caramellare.